Senza deragliare

Camminano uno accanto all’altra lungo il canale, senza parlarsi. Lei guarda l’acqua, i cerchi concentrici intorno a qualcosa che è caduto dall’alto, gli alberi sull’altra sponda, un cane che annusa tutto e innaffia ogni albero al suo passaggio, l’erba sotto

Senza deragliare

Camminano uno accanto all’altra lungo il canale, senza parlarsi. Lei guarda l’acqua, i cerchi concentrici intorno a qualcosa che è caduto dall’alto, gli alberi sull’altra sponda, un cane che annusa tutto e innaffia ogni albero al suo passaggio, l’erba sotto

Darsi del Lei nella coppia

Una buona notizia! Ho cominciato a collaborare con il Cabinet de Curiosité Féminine, un blog, un’associazione e una radio che si occupano di sessualità, in special modo femminile, ma non solo. Nel mio primo articolo (in francese) parlo del darsi

Darsi del Lei nella coppia

Una buona notizia! Ho cominciato a collaborare con il Cabinet de Curiosité Féminine, un blog, un’associazione e una radio che si occupano di sessualità, in special modo femminile, ma non solo. Nel mio primo articolo (in francese) parlo del darsi

“Film blu” di Krzysztof Kieślowski, “Inside out” e la tristezza

Blu come una nostalgia, un passato che si vuole lasciare alle spalle, un dolore, una tristezza che si pretende di asciugare logicamente, razionalmente, con un’azione mentale di cancellamento di materiale che ingombra il cervello. “Fino a che punto siamo davvero

“Film blu” di Krzysztof Kieślowski, “Inside out” e la tristezza

Blu come una nostalgia, un passato che si vuole lasciare alle spalle, un dolore, una tristezza che si pretende di asciugare logicamente, razionalmente, con un’azione mentale di cancellamento di materiale che ingombra il cervello. “Fino a che punto siamo davvero

Fuori dall’inverno

Le quattro magnolie della rue de la Visitation si sono caricate di fiori con il sole già caldo dei primi di marzo. Grossi fiori di un colore rosa intenso, quasi violento così improvviso come è arrivato, hanno cominciato, da un

Fuori dall’inverno

Le quattro magnolie della rue de la Visitation si sono caricate di fiori con il sole già caldo dei primi di marzo. Grossi fiori di un colore rosa intenso, quasi violento così improvviso come è arrivato, hanno cominciato, da un

Corso di scrittura creativa

Al Circolo 16 qualcosa bolle in pentola… Un corso di scrittura creativa online basato sul programma Gotham Writers Workshop. Qui tutte le informazioni.

Corso di scrittura creativa

Al Circolo 16 qualcosa bolle in pentola… Un corso di scrittura creativa online basato sul programma Gotham Writers Workshop. Qui tutte le informazioni.

Una enciclopedia dei migranti

Le storie di 400 migranti, abitanti di 8 città europee, si trovano raccontate all’interno dei grossi tomi di un’enciclopedia, attraverso la lettera che ciascuno ha scritto nella propria lingua a una persona cara nel paese d’origine. Una strizzata d’occhio provocatoria,

Una enciclopedia dei migranti

Le storie di 400 migranti, abitanti di 8 città europee, si trovano raccontate all’interno dei grossi tomi di un’enciclopedia, attraverso la lettera che ciascuno ha scritto nella propria lingua a una persona cara nel paese d’origine. Una strizzata d’occhio provocatoria,

“Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estés

Donne che corrono coi lupi è un libro di Clarissa Pinkola Estés che ha fatto storia negli ultimi vent’anni. È un testo principalmente per le donne e alle donne parla attraverso una serie di favole e racconti della tradizione, soprattutto

“Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estés

Donne che corrono coi lupi è un libro di Clarissa Pinkola Estés che ha fatto storia negli ultimi vent’anni. È un testo principalmente per le donne e alle donne parla attraverso una serie di favole e racconti della tradizione, soprattutto

La modulazione dell’amore

È stato pubblicato oggi un mio guest post sul blog di Salvatore Anfuso. Mentre colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente Salvatore sia della proposta che della lusingante presentazione che mi fa, vi invito a leggere l’articolo che parla delle scelte linguistiche

La modulazione dell’amore

È stato pubblicato oggi un mio guest post sul blog di Salvatore Anfuso. Mentre colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente Salvatore sia della proposta che della lusingante presentazione che mi fa, vi invito a leggere l’articolo che parla delle scelte linguistiche

L’amatriciana

Da ieri mattina non riesco a far altro che pensare a un grosso piatto di bucatini all’amatriciana fumanti e gustosi. Carichi di peperoncino e per nulla parsimoniosi in ganciale profumato, affogano in un sugo grasso e buono, fanno venire l’acquolina

L’amatriciana

Da ieri mattina non riesco a far altro che pensare a un grosso piatto di bucatini all’amatriciana fumanti e gustosi. Carichi di peperoncino e per nulla parsimoniosi in ganciale profumato, affogano in un sugo grasso e buono, fanno venire l’acquolina

Sotto vuoto

Senza respiro, vivo sotto vuoto da sempre. In apnea, come un pesce senza branchie, provo a esistere ugualmente, da qualche parte, senza disturbare. Nemmeno un soffio, nemmeno un’inspirazione un po’ più rumorosa del silenzio, nemmeno un piccolo impercettibile movimento del

Sotto vuoto

Senza respiro, vivo sotto vuoto da sempre. In apnea, come un pesce senza branchie, provo a esistere ugualmente, da qualche parte, senza disturbare. Nemmeno un soffio, nemmeno un’inspirazione un po’ più rumorosa del silenzio, nemmeno un piccolo impercettibile movimento del

Sognando il mare di Dakar

Dakar sulla cartina del Senegal sembra costruita su una punta di terra che si mette nel mare, esposta rispetto alla costa e emergente come una fortezza d’avvistamento. Dicono che a Dakar ci sia spesso vento. Quando questo succede può diventare

Sognando il mare di Dakar

Dakar sulla cartina del Senegal sembra costruita su una punta di terra che si mette nel mare, esposta rispetto alla costa e emergente come una fortezza d’avvistamento. Dicono che a Dakar ci sia spesso vento. Quando questo succede può diventare

La fragilità nascosta delle donne

Da vari mesi ormai mi interesso a tutto quanto ruoti intorno al femminile, dalla ciclicità della donna, attraverso i quattro momenti del ciclo: la strega, la vergine, la madre e l’incantatrice, alla sindrome premestruale; dalla femminilità alle tende rosse. A

La fragilità nascosta delle donne

Da vari mesi ormai mi interesso a tutto quanto ruoti intorno al femminile, dalla ciclicità della donna, attraverso i quattro momenti del ciclo: la strega, la vergine, la madre e l’incantatrice, alla sindrome premestruale; dalla femminilità alle tende rosse. A

Prosaicamente, poeticando

Apparso su Circolo 16 il 3 maggio scorso. Verso i miei diciotto anni uno dei miei migliori amici dell’epoca mi disse, sdegnato, che io scrivevo poeticamente ma in prosa. Lui che – per una questione di lotte di classe, di

Prosaicamente, poeticando

Apparso su Circolo 16 il 3 maggio scorso. Verso i miei diciotto anni uno dei miei migliori amici dell’epoca mi disse, sdegnato, che io scrivevo poeticamente ma in prosa. Lui che – per una questione di lotte di classe, di

Vuoto a perdere

Un mio articolo è uscito su UnderTrenta. Si tratta di una rivista online il cui principio di base è di pubblicare articoli che non superino le trenta linee. Il concetto è interessante e gli articoli generalmente ben scritti! Il mio

Vuoto a perdere

Un mio articolo è uscito su UnderTrenta. Si tratta di una rivista online il cui principio di base è di pubblicare articoli che non superino le trenta linee. Il concetto è interessante e gli articoli generalmente ben scritti! Il mio

Ventotto lune

Niente di nuovo sotto il sole. No, niente. Sotto il sole che cambia – fortunato lui – ogni giorno. No, niente. C’è il solito dolore. La pesantezza di un’energia che non riesce a diffondersi. Non si cambia. Niente di nuovo

Ventotto lune

Niente di nuovo sotto il sole. No, niente. Sotto il sole che cambia – fortunato lui – ogni giorno. No, niente. C’è il solito dolore. La pesantezza di un’energia che non riesce a diffondersi. Non si cambia. Niente di nuovo

Curarsi con la scrittura

La scrittura terapeutica, quella pratica della scrittura volta alla cura di vissuti negativi tramite l’esternazione su carta, per se stessi, delle emozioni e sentimenti provati, è ben descritta da questo articolo. Viene spiegato come praticarla e ne viene sottolineato un

Curarsi con la scrittura

La scrittura terapeutica, quella pratica della scrittura volta alla cura di vissuti negativi tramite l’esternazione su carta, per se stessi, delle emozioni e sentimenti provati, è ben descritta da questo articolo. Viene spiegato come praticarla e ne viene sottolineato un

Esser gatto

Coda dritta, zampe silenziose, si levano, una dopo l’altra, nell’aria delicatamente, piano, prima di riposarsi con eleganza, una di seguito all’altra, per avvicinarti, ispezionare, cercare di capire pur da una certa distanza. Diffidenza. Orecchie alzate, occhi spalancati, grosse pupille gialle

Esser gatto

Coda dritta, zampe silenziose, si levano, una dopo l’altra, nell’aria delicatamente, piano, prima di riposarsi con eleganza, una di seguito all’altra, per avvicinarti, ispezionare, cercare di capire pur da una certa distanza. Diffidenza. Orecchie alzate, occhi spalancati, grosse pupille gialle

Soyez

Quand tu éclates avec un sourire, soudain tu envoies la tête vers l’arrière, ton visage vaguement décomposé, si rempli de soleil, entre les yeux pétillants, la bouche ouverte et saturée de rire. Quand lui fais sa tête malicieuse, s’incline un

Soyez

Quand tu éclates avec un sourire, soudain tu envoies la tête vers l’arrière, ton visage vaguement décomposé, si rempli de soleil, entre les yeux pétillants, la bouche ouverte et saturée de rire. Quand lui fais sa tête malicieuse, s’incline un

Le cose nate libere

Della sua fragilità in quell’istante amai proprio quello che dell’amore si paga più caro: l’assenza di calcolo e di misura che appartiene solo alle cose nate libere. Questa citazione da Chirù di Michela Murgia – che, premetto, non ho letto,

Le cose nate libere

Della sua fragilità in quell’istante amai proprio quello che dell’amore si paga più caro: l’assenza di calcolo e di misura che appartiene solo alle cose nate libere. Questa citazione da Chirù di Michela Murgia – che, premetto, non ho letto,

La scrittura come illusione

Da Circolo 16. Quando la lettura era un rifugio, la scrittura è venuta ad accompagnarla per creare altri mondi possibili, altri rifugi in cui scappare all’occorrenza; un immaginario fatto di forme, colori, odori, sapori, inventati dalla mia fantasia per essere

La scrittura come illusione

Da Circolo 16. Quando la lettura era un rifugio, la scrittura è venuta ad accompagnarla per creare altri mondi possibili, altri rifugi in cui scappare all’occorrenza; un immaginario fatto di forme, colori, odori, sapori, inventati dalla mia fantasia per essere